Sala da pranzo: sedie imbottite, tavolo e cristalliera, in che stile?

Quando ci si appresta ad arredare casa, o si vuole cambiare la mobilia, uno dei punti cruciali è la sala da pranzo. Questo perché in genere è l’ambiente dove trascorriamo meno tempo da che siamo entrati nell’era delle case moderne dove l’ambiente più vissuto è la cucina o al limite il salotto per fare intrattenimento con gli ospiti, per cui la sala da pranzo è quella terra di mezzo dove nessuno trascorre più del tempo di un passaggio per riporre bicchieri e piatti nei giorni di festa comandati. Eppure, se si devono cambiare gli arredi non si può trascurare questa stanza.

Arredare la sala da pranzo, cosa dobbiamo considerare?

Possiamo innanzi tutto pensare al tavolo. Abbiamo intenzione di scegliere un mobile esteticamente interessante o piuttosto funzionale? Questo dipende da quanto tempo pensiamo di trascorrere in quell’ambiente. Pensiamo di mangiare e quindi di utilizzarla per il vero scopo per cui è nata, oppure pensiamo invece di tenerla un po’ più riservata per quelle occasioni particolari? A ogni modo una cristalliera, anche semplice, ci serve, e la motivazione è prettamente funzionale, non solo espositiva. Tornando al tavolo, invece, non resta che decidere se appunto si voglia dare la precedenza all’estetica o alla funzionalità.

Che sedie scegliere

sedie con imbottituraAnche l’uso delle sedie ne condiziona l’aspetto: meglio delle sedie imbottite o delle sedie dalle linee più moderne che abbiano una presenza d’impatto e con buona pace di chi le utilizza se poi risultano scomode? Chiaramente la scelta va fatta tenendo conto di quello che è lo stile del resto degli arredi, ovviamente se avete un Luigi XVI non potete mettere nella stanza delle sedie in plexiglas rosso vivo.

Le sedute in realtà dovrebbero essere più comode possibile, per questo l’imbottitura sarebbe necessaria, ma se invece aveste delle vecchie sedie a cui siete affezionati e delle quali non volete disfarvi, potete portarle semplicemente da un professionista del settore che saprà renderle come nuove. Ci sono diverse tappezzerie, ma anche la pelle può fare al caso nostro.

Sedie imbottite, che modello?

Ora poniamo invece il caso che abbiamo optato per delle sedie imbottite, quale sarebbe la migliore soluzione a livello estetico? Anche in questo caso non si può prescindere dal resto degli arredi, diciamo però che sarebbero certamente più comode quelle con una seduta abbastanza ampia e con uno schienale alto. I modelli anni ’70 avevano uno scomodissimo schienale basso che sembrava più dissuadere dal poggiare la schiena che altro. Attenzione invece ai poggiapiedi, non sono il massimo dell’eleganza e finiscono per rovinarsi con facilità.