I Costi del Fotovoltaico per le abitazioni domestiche

I pannelli fotovoltaici rappresentano un sistema di produzione di energia che risulta essere veramente ecologico e che permette di ottenere un grande risparmio dopo che l’acquisto dei suddetti pannelli, che può essere anche definito come investimento, viene effettuato.

Ecco quali sono i costi che si devono sostenere per poter avere i pannelli fotovoltaici in casa propria.

 

Il costo del pannello fotovoltaico

 

Iniziamo con una panoramica dei costi derivanti dal fotovoltaicoIl primo costo che si sostiene è quello del pannello fotovoltaico: esso varia in base alla potenza di voltaggio e di conseguenza, maggiore sarà il voltaggio maggiore sarà il costo del pannello.

Mille Chilowatt hanno un costo di tremila euro, quindi un pannello da cinquemila chilowatt, per l’uso domestico si intende, avrà un costo di quindicimila euro.

 

I costi d’installazione e manutenzione

 

A questi costi bisogna aggiungere quelli relativi alla manutenzione, installazione, assicurazione ed altri aspetti.

Installare un pannello fotovoltaico generalmente ha un costo pari a mille euro: quello per l’assicurazione invece è di cinquanta euro per ogni mille chilowatt.

Da aggiungere anche i costi di progettazione e supporto, di circa mille euro ciascuno.

Pertanto, oltre ai potenziali tremila euro di un semplice impianto, si devono aggiungere tutti questi costi permettono ad una persona di poter iniziare ad utilizzare i pannelli stessi.

Da non scordarsi poi le pratiche burocratiche, che hanno un costo di circa mille euro.

 

L’allaccio all’Enel dell’impianto fotovoltaico della casa

 

Anche l’allaccio all’Enel deve essere inserito nei costi che si sostengono nel momento in cui si installa, in casa propria, un pannello fotovoltaico.

Il primo costo è relativo alla potenza: anche in questo caso, maggiore essa sarà, maggiore sarà il costo che si dovrà sostenere.

Il costo è pari a due euro per chilowatt: quindi un impianto da cento chilowatt avrà un costo di installazione di duecento euro.

Da considerare anche la distanza dalla centralina: il costo base è di cento ottantacinque euro, che si applica entro i duecento metri, più quelli relativi alla potenza, pari a settanta, e quelli di diritto fisso, pari a cinquanta.

La distanza incide in quanto, maggiore sarà la distanza e maggiore sarà il costo del impianto fotovoltaico.

Infine, il costo di manutenzione periodica, intesa come pulizia, è di duecento euro, mentre per sostituire l’inverter ogni dieci anni sono richiesti circa duemila euro.

Questi sono tutti i vari costi che si dovranno sostenere, e che permettono comunque ad una persona, col passare del tempo, di poterli recuperare, visto che il fotovoltaico permette di effettuare un taglio drastico alle spese derivanti dal consumo dell’energia elettrica.